Come recuperare foto cancellate da android

come_recuperare_foto_cancellate_da_android_800x533

Un vero dramma è perdere le foto scattate con il proprio smartphone, eppure può accadere per una qualsiasi disattenzione.

Al fine di ovviare a tale problematica per i dispositivi con tecnologia android, come per esempio gli smartphone, sono state ideate procedure ben delineate per recuperare le foto perse o cancellate per errore, tutto è possibile e si segue quanto a seguito descritto.

Breve premessa: accorgimenti per evitare di cancellare foto da android

Al fine di evitare di perdere le foto cancellate che sono state scattate con il proprio smartphone si consiglia di effettuare un backup continuo sul proprio dispositivo mediante apposita applicazione, o salvare le stesse ad esempio sul proprio personal computer in apposita cartella.

Altresì è importante verificare lo stato della memoria presente sul proprio smartphone, evitando di scaricare applicazioni che ne possano compromettere il funzionamento.

Infine, negli smartphone compatibili introdurre supporti di memoria esterna in cui salvare le foto in eccesso.

Archivio immagini android

Un buon metodo per evitare di perdere le proprio foto è archiviare le stesse su supporti esterni allo smartphone salvandole su un cd, su una chiavetta usb, sul proprio personal computer o addirittura servendosi di servizi online di archivio per cui è possibile entro una dimensione di dati usufruire del servizio gratuitamente ideati e progettati per i dispositivi android, qui di seguito si presentano il Backup “Google Foto” e Dropbox.

-Backup “Google Foto”

Facile e gratuito è il “backup di Google Foto“, chi ha attiva tale applicazione ha 60 giorni di tempo per recuperare le foto per errore eliminati accedendo al cestino di Google. La procedura di recupero è semplice bastano pochi click, innanzitutto bisogna aprire l’icona relativa all’applicazione di Google Foto ed accedere al cestino, da qui è possibile visualizzare tutti i file video o immagini cancellati nell’arco di 60 giorni e trovare, anche, le foto eliminate per errore. Ripristinarle è facile basta selezionare l’immagine premendo sulla stessa in modo continuato ed attivare la modalità ripristino.

-Dropbox

Dropbox è un “cloud storage” che consente tramite una semplice connessione internet da qualsiasi dispositivo di archiviare i propri dati e condividerli, funziona come un comune hard disk, con la possibilità di ampliare la potenza accedendo ad abbonamenti mensili, gratuito fino a 2 Giga. accedere a tale archivio online è semplice basta registrarsi e creare un proprio profilo e cominciare a salvare i file desiderati che saranno visibile con i propri dati da qualunque dispositivo in tempo reale.

Applicazioni: Cosa sono e come funzionano

Nel caso il backup non abbia avuto esito positivo, è possibile cercare di recuperare le foto cancellate utilizzando applicazioni nate per android per il recupero file perduti.

Al fine di poter usufruire di tali APP è, tuttavia, necessario che lo smartphone autorizzi il funzionamento delle stesse ovvero in termini tecnici che il “Root” , ossia il sistema che vigila sulla sicurezza del cellulare, non blocchi gli stessi e conceda il funzionamento. Vediamo nello specifico le singole APP ideate per android:

-DiskDigger

Scaricare tale App non implica costi ed è ideale per chi ha un smartphone con sistema android e deve recuperare le foto cancellate. Il procedimento è semplice, prima si scansione l’immagine e, poi, si attua il ripristino della stessa sul dispositivo in formato JPG.

Il sistema in modo automatico mostra tutte i file immagine recuperabile, si possono selezionare singolarmente o impostare seleziona tutti e ripristinarli in modo cumulativo.Una volta impostato il recupero immagine bisognerà salvarla cliccando si “Save selected files locally”. Un’App comoda e gratuita, ma in lingua inglese.

Software da pc per recupero foto su smartphone android:

Dr.Fone

Il recupero dei file immagini può avvenire non solo direttamente dallo smartphone, ma anche collegando lo stesso al personal computer, mediante software appositi come Dr.Fone. La procedura è semplice, scaricato il software sul computer, si collega con usb lo smartphone al pc in modo da creare un collegamento tra i due sistemi. Riconosciuto il collegamento tramite la “modalità Debug usb”, si inizia il recupero dei file per, poi, salvarli nelle aree interessate. Infatti,una volta selezionate le immagini si deve cliccare sulla voce “Recupera”, salvare, e le foto sono recuperate.