Riposo e circolazione del sangue

riposo-circolazione.sangue_800x549

Il responsabile di Materassi Valsecchi (Verona) ci racconta come una salute ottimale passi anche
attraverso una sana circolazione sanguigna, un aspetto spesso ingiustamente trascurato. Infatti è
grazie al nostro apparato circolatorio se le sostanze nutritive, i minerali e naturalmente l’ossigeno
vengono trasferiti alle diverse parti del corpo.

Quando il sangue non circola correttamente tutto l’organismo ne risente: cervello, cuore, fegato,
reni e muscoli, causando diversi problemi che possono rivelarsi più o meno gravi.

Tra i sintomi più diffusi legati a una cattiva circolazione troviamo la stanchezza, il gonfiore a gambe
e piedi e l’indebolimento del sistema immunitario. Altre conseguenza sono macchie sulla pelle,
unghie e capelli più fragili e una digestione più lenta.

Ciò nonostante, prendersi cura del proprio apparato circolatorio è facile, bastano pochi e semplici
accorgimenti da adottare nella propria routine quotidiana, come suggerito.

L’esercizio fisico è certamente il modo migliore per favorire una buona circolazione del sangue.
Non è necessario intraprendere attività particolarmente fantasiose o molto faticose, bastano
esercizi semplici come camminare, nuotare o andare in bicicletta, senza tralasciare lo stretching.
Non dimenticare quanto bere (acqua, tisane o tè verde) sia tanto banale quanto importante per il
benessere della tua circolazione e di tanto in tanto concediti un massaggio a mani, piedi e gambe
per stimolare il flusso sanguigno.

Il tè verde poi può diventare un ottimo alleato per il tuo apparato circolatorio grazie alla presenza di
antiossidanti e altre sostanze che migliorano la circolazione.

Rimanendo in cucina, ci sono molti altri cibi in grado migliorare la circolazione. Le arance, come i
limoni o la papaia, sono frutti ricchi di vitamina C e sono capaci di rafforzare vene e capillari, di
evitare l’accumulo di grassi nel sangue favorendone la circolazione e di depurare l’organismo.
L’anguria invece, grazie al licopene, aiuta a favorire la circolazione sanguigna verso le estremità
riducendo infiammazioni e ritenzione idrica, mentre il salmone e tutto il pesce in generale, essendo
ricchi di acidi grassi Omega-3, sono essenziali per la salute del sistema cardiocircolatorio.
Infine, anche il sonno gioca un ruolo fondamentale, nelle ore notturne infatti, reni e fegato lavorano
a pieno ritmo e attraverso l’irrorazione dell’intero organismo, contribuiscono all’eliminazione di tutte
le impurità accumulate durante il giorno.

È importante riposare ed è importante farlo bene e comodamente. Ad esempio, assumere
posizioni che comprimono i vasi sanguigni periferici durante il sonno, provoca uno scarso afflusso
del sangue da cui derivano fastidiosi formicolii o addirittura crampi agli arti che costringono a
cambiare continuamente posizione, rovinando così l’intensità e la qualità del sonno.
Vista la quantità di tempo che una persona dorme nell’arco della sua vita diventa fondamentale
preoccuparsi del proprio sonno per avere una migliore circolazione sanguigna e un organismo
sano.