Netlix o Amazon Prime Video? Cosa scegliere da vedere in TV stasera

L’offerta della programmazione televisiva ormai è vastissima, tra canali in chiaro, pay tv e servizi in abbonamento. Se hai una bella tv, magari appena acquistata, non dovresti rinunciare a nessuna possibilità di goderti un film o una serie di qualità con gli amici o i familiari. Due dei colossi più importanti per lo streaming in abbonamento sono ovviamente Netflix e Amazon Prime Video.

Vediamo le differenze, di costo e catalogo, per scegliere a quale abbonarti!

Costi a confronto

Netflix propone tre piani di abbonamento, più una prova gratuita di 30 giorni per i nuovi arrivati.

I costi sono di:

  • 7,99 euro al mese per avere l’abbonamento su un solo dispositivo, per streaming e download
  • 11,99 euro al mese per avere l’abbonamento su due dispositivi, per streaming e download, e per guardare contenuti in HD
  • 15,99 euro al mese per avere l’abbonamento su quattro dispositivi, con HD e ULTRA HD, sia per streaming che per download

L’offerta Amazon è molto più variegata. Per chi non ha già Amazon Prime (il servizio di spedizione super-veloce) è possibile provarlo per 30 giorni in modo gratuito. Il costo è di 36 euro all’anno, ma consente di accedere a:

  • Prime
  • Prime Video
  • Prime Music (per ascoltare e scaricare musica)
  • Prime Reading (per leggere e scaricare libri e romanzi)

Titoli in esclusiva e non

Entrambe le piattaforme custodiscono numerosissimi titoli nel proprio catalogo: alcuni non sono contenuti esclusivi, ed è possibile vederli anche tramite altri canali, come lo streaming, il download tramite torrent, la pay tv o i canali tradizionali.

I contenuti in esclusiva sono invece prodotti proprio da Amazon e da Netflix, e non si trovano su altre piattaforme.

Netflix è nota principalmente per i suoi titoli in esclusiva davvero molto chiacchierati, specie quando si parla di documentari e serie TV: se non vuoi perderti più una conversazione con gli amici sul tema è il servizio che fa per te. Inoltre l’azienda si è sempre distinta per la rappresentazione delle minoranze dei propri prodotti, non per caso apprezzati soprattutto da utenti sotto i 35 anni e più aperti al mondo e alle sue sfumature.

Amazon offre contenuti di altrettanto alta qualità, ma la sua proposta è decisamente più variegata nei mezzi di comunicazione e potrà accontentare anche i gusti dei musicofili e dei lettori di casa: se il tuo “pubblico” è più interessato ad altri servizi, probabilmente è meglio rivolgersi al colosso del retail online.