Vuoi lavorare da casa per le case editrici? Allora leggi questa guida

lavorare-case-editrici_800x534

Avete mai pensato di lavorare da casa rimboccandovi le maniche e immaginando un lavoro a cui non avevate mai pensato prima?

Questa è una bellissima idea, una bella prospettiva per chi ha intenzione di cambiare la propria esistenza anche se non è più giovanissimo e Goo Wai ha voluto approfondire l’argomento.

Infatti è arrivato il momento di non pensare alla propria vita come scandita da ritmi imposti da altre persone o dalla società ma si può, tranquillamente, pensare di cambiare la propria esistenza quando si vuole, grazie alla tecnologia e alla possibilità di trovare nuovi lavori anche lavorando nella propria casa.

E cosa possiamo fare per guadagnare qualcosina anche non muovendoci dal nostro salotto?

Oggi avrei intenzione di parlarvi di come lavorare da casa per le case editrici e vorrei spiegarvi, con l’aiuto di Obiettivo.me, quali potrebbero essere i lavori da poter svolgere da casa senza nessuna difficoltà.

Come lavorare per le case editrici

E’ indubbio che avere una buona capacità di scrittura non possa far altro che aiutarci nella vita anche perché saper scrivere e saper parlare sono un ottimo bigliettino da visita ovunque si vada e ovunque si lavori.

Se siete a casa, per un qualsiasi motivo, e non avete intenzione di spostarvi di lì sappiate che ci sono molte case editrici che non fanno altro che cercare persone che lavorino come freelance e che svolgano alcuni compiti a pagamento.

Il primo compito, molto interessante, è quello di scrivere ebook per il pubblico del web e che si possa variare argomenti e tematiche in modo tale che il pubblico sia interessato a quello che hai da dire.

Gli ebook possono essere di 10 pagine così come di 50 e possono essere parlare davvero di tutto. Ci sono ebook che ci insegnano la lettura veloce, quelli che ci servono per cambiare le nostre cattive abitudini, ci sono quelli che sono in grado di spiegarci come funzionino le frese e altri che ci indicano quale possa essere la dieta della primavera.

Partendo dal presupposto che l’editore è un imprenditore possiamo dire che è ragionevole credere che questo sia un lavoro continuativo che possa rendere merito a un ottimo scrittore, se meriterete questo titolo.

E va detto che la buona qualità della scrittura deve essere accompagnata sempre dalla serietà e dalla precisione dello scrittore che ha delle scadenze che vanno rispettate.

Se non si vuole scrivere si può sempre pensare di intraprendere una carriera da correttore di bozze freelance che è un’altra figura professionale super richiesta, soprattutto come freelance.

Vengono inviate al correttore le bozze di centinaia di pagine di un romanzo e un tempo limite per svolgere il lavoro di correzione. In questo caso il correttore si deve occupare di tutto: dalla grammatica alla fonetica, dalla forma della frase ai refusi. Questo è un lavoro di grande attenzione ed è un lavoro che viene pagato molto bene.

Anche perché, come avrete immaginato, non è un lavoro facile da svolgere. E quindi viene anche ben pagato, cosa che di certo non è uno svantaggio ma che anzi ci renderà molto più attenti e consapevoli nello svolgere bene il nostro lavoro.

Che siate bravi nello scrivere o bravi nel correggere questo è un lavoro che ha a che fare con la nostra casa, con il nostro computer, con la nostra serietà professionale. Ed è un lavoro da freelance che può diventare un lavoro fisso, soprattutto se siamo bravi a carpire la fiducia dei nostri primi clienti. Ci sono un bel po’ di portali on line che richiedono questo tipo di lavoro e che fanno da garante tra noi e il cliente che ci commissiona il lavoro. E a voi piacerebbe ricominciare a lavorare comodamente in casa?