Come fare a tagliare l’erba da soli

come tagliare l'erba da soli_800x450

Un prato curato e sano è il sogno di ogni appassionato di giardinaggio, tuttavia avere a cuore il proprio pezzo di verde può rivelarsi spesso complicato. Bisogna concimare, irrorare ma soprattutto tagliare regolarmente l’erba affinché essa possa crescere in maniera regolare e ordinata.

Chiamare un giardiniere è di sicuro la soluzione più semplice ma non la più economica. Tagliare il prato da soli perciò è un buon compromesso, basta seguire alcuni accorgimenti, come vedremo insieme.

Quindi come fare a tagliare l’erba da soli?

La scelta dell’attrezzatura e del budget di spesa è molto importante

Esistono diversi tipi di tagliaerba:

manuale, in cui tutto il lavoro viene eseguito a livello di spinta dalle mani di chi lo conduce. Questo tipo di tagliaerba è adatto a piccoli giardini e funziona grazie al principio di rotazione del rullo dotato di diverse lame che ruotando tagliano via l’erba oltre l’altezza impostata. Di certo è la soluzione più economica, ma anche quella che porta via più tempo e forza fisica. Il costo per questo genere di tagliaerba non supera un centinaio di euro;

a trazione, in cui la spinta umana è coadiuvata da quella di un motore, solitamente elettrico. Questo genere di apparecchi è indicato per giardini non molto grandi, intorno ai 300 mq di ampiezza massima e spesso non ha in dotazione una batteria e deve perciò essere collegato ad una presa di alimentazione per la corrente elettrica. La maggior parte dei tagliaerba di questa categoria, possiede un sacco aspira-erba che contiene intorno ai 25 litri di capacità di carico e richiede poca manutenzione. La cifra spendibile per questi apparecchi arriva fino a qualche centinaio di euro per i modelli più recenti e completi;

con motore a scoppio, in cui l’unico probabile difetto è la rumorosità. Questo particolare modello di tagliaerba è di certo il più diffuso, poiché unisce una facilità d’uso evidente alla comodità di un motore alimentato a benzina. Adatto per giardini di media grandezza, si presta molto bene a tutti gli utilizzi e richiede un certo grado di praticità per quanto riguarda la manutenzione ( cambio olio e filtri, che però si possono anche far eseguire dal vostro rivenditore di fiducia). Molti dei modelli recenti sono dotati di funzione mulching che invece di aspirare e tenere da parte l’erba tagliata, la sminuzza e la ridistribuisce nel terreno su cui si è appena passati, con una notevole riduzione dei rifiuti e dell’impatto ambientale (l’erba sminuzzata diventa infatti un vero e proprio concime per il prato stesso). Questo tipo di rasaerba ha un costo molto variabile in base alla potenza del motore e alle funzioni accessorie che supporta, ma non supera in generale il migliaio di euro, per i modelli più tecnologici.

robot completamente automatici, svolgono in maniera eccellente il loro lavoro. La particolarità di questo tipo di tosaerba risiede nel fatto di non aver bisogno della presenza di qualcuno a guidarlo. Possiede sensori che evitano ostacoli mobili e immobili ed ha una potenza di taglio media. Di certo non è adatto per grandi superfici, in quanto l’autonomia della batteria potrebbe venir meno e lasciare il lavoro incompiuto ma dal canto suo, possiede alcuni vantaggi non da poco, come la silenziosità del motore e la possibilità di programmare il taglio del prato anche di notte. Questo genere di rasaerba è molto costoso ma richiede pochissima manutenzione, i costi si aggirano intorno al migliaio di euro anche se ci sono i modelli meno recenti o molto piccoli che si acquistano anche alla metà di quella cifra.

Menzione a parte meritano i trattorini tagliaerba e i decespugliatori, che possono essere usati anche per questo scopo. I primi sono di sicuro impiegabili nei prati di grandi dimensioni, sono facili da guidare e consumano davvero poco carburante. Di certo richiedono una manutenzione attenta e costante ma garantiscono risultati impeccabili e durano nel tempo.

Per quanto riguarda invece i decespugliatori sono di certo da usare con grande attenzione (le lame sono a vista e molto pericolose) ma con un po’ di praticità, possono essere un buon compromesso per chi magari possiede cespugli e piccoli arbusti in giardino e vuole fare un unico acquisto per lavori di decespugliazione e tosatura.

Qualunque sia la scelta è davvero semplice essere completamente autonomi nella cura del proprio prato.