Come scegliere l’e-liquid più adatto

Svapare limita l’effetto del fumo di una sigaretta e offre, a chi si dedica a questa attività, la possibilità di utilizzare una grande quantità di liquidi con differenti aromi. Sono tanti i consigli sul perché e come scegliere l’e-liquid più adatto alla propria e-cig in modo da avere il massimo rendimento dallo svapo. Ma come valutare il miglior liquido? Quali sono le cose da sapere quando ci si avvicina al mondo delle e-cig o si vogliono ampliare i propri orizzonti?

Svapare con gusto e divertimento: l’importanza della scelta

Fino a pochi anni fa l’utilizzo di una e-cig era un qualcosa di molto discusso e considerato dalla maggior parte delle persone solo una moda passeggera. Oggi sono sempre di più coloro che si avvicinano alla pratica per lo svapo per diversi motivi.
Tra i termini più utilizzati quando si parla di una e-cig si ritroverà quello dell’atomizzatore, il sistema che permette di generare il vapore che verrà aspirato, realizzando il cosiddetto svapo, con diverse tipologie di aromi e gusti.
Ciò è possibile grazie al secondo elemento che è indispensabile: l’e-liquid o anche conosciuto come liquido, composto da una combinazione di sostanze differenti. Infatti è proprio la composizione del liquido a permettere di percepire i singoli sapori in gola e al contempo rendere il procedimento di svapare unico e sempre nuovo. Ma cosa contiene l’e-liquid? Saranno presenti percentuali di Glicole Propilenico conosciuto anche con la sigla PG, sostanza molto fluida, una certa quantità di Glicerolo Vegetale identificato con l’acronimo VG e inoltre una certa quantità di acqua e altri aromi, come eventualmente la nicotina.
Ma perché è importante selezionare il liquido più adatto? I motivi sono sia di natura funzionale sia dal punto di visita salutare. Infatti scegliere il liquido giusto permette di utilizzare la sigaretta elettronica senza danneggiarla o eventualmente causare degli effetti indesiderati. Per esempio un liquido che abbia una percentuale di Glicerolo Vegetale molto elevata avrà una densità maggiore e quindi richiederà testine specifiche che permettano di assorbire la sostanza e determinare la successiva vaporizzazione in modo adeguato.
A questo si deve aggiungere le conseguenze sulla salute, dato che se si utilizza un e-liquid che abbia concentrazioni troppo elevate di nicotina, l’impiego di una e-cig potrà non determinare quegli effetti che si stanno cercando, per esempio smettere di fumare, oppure si potrà avere una sensazione nello svapare non ottimale con un retrogusto troppo intenso e forte.

E-liquid fai da te VS liquidi già pronti: pro e contro

Se si entra in uno dei diversi vapo shop presenti online si avrà la possibilità di scegliere e-liquid, con densità differenti, ma anche di acquistare aromi e i liquidi di base necessari per personalizzare la propria miscela. Grazie a queste particolarità svapare non è solo utile per allontanarsi dalla sigaretta tradizionale, ma diventa un’attività su cui poter ottenere anche benefici, con gusti sempre diversi, divertendosi e condividendo la propria passione con altri amanti dello svapo. La domanda che spesso si pone è se preferire un prodotto fai da te, oppure affidarsi a negozi specializzi online e acquistare preparati sigillati e con centinaia di gusti differenti.                                                            Se si vuole fare un confronto i vantaggi e svantaggi sono diversi.

  • Preparazione: i liquidi pronti, premettono di essere utilizzati quando se ne ha bisogno, dato che una volta acquistati nei negozi specializzati, basterà introdurli all’interno del contenitore della e-cig per iniziare lo svapo. Nel caso di e-liquid fai da te sarà necessario crearli, combinando le diverse percentuali di PG e VG aggiungendo gli aromi giusti per ottenere un prodotto che soddisfi i propri gusti.
  • Investimento economico: per ciò che riguarda la spesa economica, si ha un’equivalenza di costi dei prodotti, forse con un leggero risparmio nel caso in cui si decida di acquistare le singole basi per creare il proprio liquido per l’e-cig.
  • Gusti e aromi: creare un proprio liquido per lo svapo fai da te può rispecchiare le proprie preferenze soprattutto per ciò che riguarda il gusto, infatti sarà possibile fissare una precisa percentuale di aromi e riprodurla ogni volta che si ha la necessità. In modo equivalente nelle versioni pre-confezionate, sono presenti ormai tantissime varietà di combinazioni di sapori.
  • Hit in gola: altro aspetto da considerare riguarda la percentuale di nicotina presente all’interno del liquido, e in particolare in quelle versioni di e-liquid a base di tabacco. Il termine comune utilizzato è quello di hit in gola, o anche conosciuto come colpo in gola. Nel caso dei liquidi già pronti, sarà segnalato sul contenuto, invece se si realizza un liquido personalizzato, si dovrà fare attenzione all’hit in gola, onde evitare di eccedere con la percentuale di nicotina e quindi produrre un effetto non troppo piacevole.
  • Sicurezza: i liquidi pre confezionati sono creati in modo da poter essere utilizzati per specifiche tipologie di e-cig, segna doversi preoccupare di arrecare danni allo strumento, oppure di non avere l’effetto svapo ricercato. Nel caso invece delle versioni fai da te, si dovrà fare molta attenzione alle percentuali di Glicole Propilenico e di Glicerina Vegetale, evitando di realizzare un e-liquid troppo denso.
  • Conoscenza dello svapare: i liquidi già pronti sono adatti a tutti, sia a coloro che si avvicinano per la prima volta all’utilizzo di una e-cig sia per chi ha ormai una lunga esperienza nella scelta e nella selezione dei sapori, e vuole diversificare il proprio gusto e gli aromi durante lo svapo. Nel caso invece degli e-liquid fai da te, sono consigliabili solo ed esclusivamente per chi abbia una approfondita conoscenza di come funziona lo svapo e delle singole parti della sigaretta elettronica.

I parametri da considerare: dai gusti alle finalità dello svapo

La scelta del liquido da utilizzare è strettamente connessa alle esigenze di ciascun amante dello svapo. Ma come scegliere quello più adatto? Sarà importante prendere in considerazione due parametri, ovvero valutare ciò che si vuole ottenere dallo svapo e dove acquistare il prodotto.
Infatti, se si vuole iniziare a ridurre l’impiego di una sigaretta tradizionale, l’e-cig con un liquido a base tabaccosa può essere la giusta soluzione e quindi si potrà scegliere un prodotto già pronto. Se invece l’utilizzo di una e-cig nasce dalla possibilità di assaporare gusti differenti allora si potrà optare su prodotti fai da te. D’altronde è risaputo che gli italiani amano i lavori fai-da-te ed i lavori domestici per risparmiare tempo e denaro.
L’altro aspetto da valutare è dove acquistare l’e-liquid per il proprio svapo. Grazie al web sono nati numerosi e-commerce che offrono una varietà di prodotti e una serie di vantaggi. Infatti sarà possibile scegliere tra un numero molto ampio di liquidi di base, per dedicarsi alle proprie creazioni personalizzate, oppure valutare l’acquisto di prodotti già pronti, e riceverli direttamente a casa propria.

Se si vuole avere la sicurezza di liquidi per e-cig di qualità, l’e-commerce online Terpy.it può essere considerato il miglior sito del settore, grazie alla combinazione di una quantità elevata di prodotti con tantissimi gusti e aromi. Inoltre, fornisce una conoscenza ampia dello svapo grazie a un blog completo e suddiviso in argomenti, con suggerimenti utili sulle e-cig.