Forni da esterno per il giardino

manutenzione-del-forno-a-legna_NG1_800x600

Se avete la fortuna di avere un giardino in casa, allora potrete provare l’ebrezza di avere un forno da esterni da usare per preparare degli ottimi manicaretti in tranquillità, immersi nel verde. Il forno a legna per esterni consiste in un forno strutturato e pensato per poter resistere alle intemperie e per cucinare direttamente in giardino, magari durante la bella stagione.
Sempre più persone scelgono di dotarsi di un forno da giardino per ricreare una piccola oasi di pace dove cucinare e stare assieme alla loro famiglia ed agli amici.
Grazie ai forni da giardino è possibile preparare dei piatti molto gustosi. Ad esempio, nelle serate estive o in primavera, è possibile organizzare grigliate di carne e di pesce; alcuni forni a legna sono adatti anche per la preparazione delle pizze, alte o basse, ma vanno bene anche per preparare il pane o per sfornare delle ottime torte. Alcuni sono dotati di barbecue esterno. I forni a legna da esterno non sono solamente una soluzione eccellente per cucinare all’aria aperta, evitando di sporcare la cucina e rimanendo un po’ nel verde, ma sono anche degli elementi d’arredo che rendono subito più caloroso ed accogliente un giardino. Durante la bella stagione sono l’occasione perfetta per organizzare un barbecue o una bella grigliata con famiglia ed amici, e per stare assieme.
Sono una soluzione irrinunciabile per tutte le famiglie con giardino, ed oggi è possibile scegliere fra tanti modelli di varia grandezza, quello che meglio sposa le proprie esigenze.

Come sono fatti i forni da giardino

I forni da esterno sono dei veri e propri caminetti, dotati di una parte superiore – che sfocia nel camino – ed una inferiore, ovvero la base, nella quale si trova la legna e gli strumenti per preparare il fuoco.
Il forno da giardino consiste in un forno da esterno con porte in acciaio inox, talora dotato anche di un termostato, il che rende ancora più semplice tenere sotto controllo la temperatura e la cottura degli alimenti.
Da un punto di vista estetico, spesso sono bucolici e si sposano bene con un giardino classico: possono essere tondeggianti o avere forme che richiamano il tetto di una casa, con un grazioso comignolo.
Talora sono dotati di mosaici o incorniciati di pietre, per abbellirli. Ovviamente possono essere di dimensioni più o meno considerevoli, tutto dipende dal modello che si cerca e dalla grandezza del cibo che vi si intende cucinare.
Ci possono essere modelli più o meno elaborati: alcuni sono dotati anche di pratiche mensole per riporre tutti gli oggetti mentre si cucina.
Consigliamo inoltre di fare uso di un copriforno per tempi di inutilizzo in modo da poterlo ritrovare in perfette condizioni: ad esempio per mantenerlo protetto durante la stagione fredda, in modo che poi durante la bella stagione possa funzionare perfettamente.

La scelta della legna

Ogni forno da giardino ha la sua legna, e ogni tipo di pietanza per cucinare ne chiede una diversa. Ad esempio la legna migliore per cucinare i dolci è il noce, che è molto aromatico; mentre per le pizze e le focacce l’olivo è la soluzione migliore. Se volete cucinare un buon barbecue, pino e larice sono perfetti per la carne.
La legna va conservata sempre in un posto asciutto, soprattutto durante la stagione fredda. La legna troppo dura può fare fatica ad accendersi, mentre quella verde non si accende per nulla. Il legname eccessivamente carico di resina non è ideale per cucinare, perché lascia questo prodotto appiccicoso sulle pietre ed è difficile da eliminare.
Se avete un forno da esterni con spazio per la legna, cucinare sarà ancora più semplice e più pratico.