Preparazione, allestimento e modifica ai mezzi per disabili

Oggi i veicoli destinati alle persone diversamente abili consentono di abbinare estetica e funzionalità grazie all’uso delle nuove tecnologie e alla messa a punto di sistemi innovativi. Si possono scegliere varie tipologie di mezzi e ottenere soluzioni su misura per rispondere alle specifiche necessità dovute alle differenti patologie esistenti. Non si tratta solo di allestimenti riferiti alle automobili condotte dai disabili, ma anche dei veicoli destinati al loro trasporto.

Il primo segreto per scegliere è quello di affidarsi ai professionisti, così da beneficiare dei consigli dettati dall’esperienza e di lavorare con loro alla progettazione, così da avere mezzi per disabili su misura. Caricare e scaricare agevolmente, avere uno spazio adeguato, viaggiare comodamente ed essere sicuri durante il trasporto.

 

Indice

  • Gli allestimenti
  • Il pianale ribassato
  • Flexi Ramp
  • Trasporto collettivo e scelta del veicolo
  • Conclusioni

 

Gli allestimenti

L’evoluzione del mondo automobilistico ha portato alla nascita di tantissimi modelli che competono tra loro soprattutto con armi come l’estetica e le prestazioni. Su questi aspetti si basa anche il lavoro di preparazione e modifica dei veicoli. Ma gli elementi da considerare non si limitano all’esteriorità. Per rispondere alle esigenze specifiche degli utilizzatori dei mezzi destinati al trasporto dei diversamente abili è molto importante intervenire con soluzioni su misura. Ecco perché ci vogliono esperti e si deve prestare attenzione ai dettagli quando si sceglie.

Un esempio di allestimento arriva dalla preparazione di Fiat Doblò tetto alto. Con un intervento ad hoc chiamato Free Family Generation si possono applicare sistemi di risalita all’interno del mezzo con diverse modalità di gestione. Si può scegliere tra impianti automatici, manuali o semi automatici. In base all’utilizzo e alle richieste dei committenti si trova la soluzione più adatta, sia per funzionalità sia per budget. Ci sono però anche vari metodi per adattare moltissimi altri veicoli.

 

Il pianale ribassato

Il committente può liberamente scegliere tra varie marche e tanti modelli per il trasporto dei disabili. Infatti ci sono molti mezzi che possono essere adattati grazie al pianale ribassato, una tecnica che permette di salvare l’estetica e di sfruttare al massimo lo spazio interno. Questa tecnica è destinata ai veicoli fino a 6 passeggeri, incluso quello sulla carrozzina. Consiste nel tagliare e ribassare il pianale. Oltre a fare spazio, permette di ottenere maggiore comodità per il diversamente abile.

Anche la sicurezza è garantita, con cinture installate ad hoc per proteggere il passeggero, mentre la carrozzina viene ben agganciata per non muoversi durante la marcia. Nella gamma di veicoli destinati a questo tipo di soluzione compaiono Peugeot Traveller e Partner, Volkswagen Caddy, Renault Kangoo, Fiat Doblò, Citroën Berlingo e Ford Tourneo. A seconda del budget, dei gusti e delle esigenze il cliente può scegliere.

 

Flexi Ramp

Tra i sistemi messi a punto negli ultimi anni ce n’è uno che è particolarmente innovativo. Si chiama Flexi Ramp e consente di migliorare l’abitabilità dei mezzi destinati ai diversamente abili. Va oltre alle classiche soluzioni con pianale ribassato. Prevede l’uso di una rampa leggerissima denominata Easy Fold abbinata a un pianale ergonomico chiamato Flexi Curve. L’obiettivo del suo uso è il miglioramento delle condizioni di carico e di trasporto.

La postura del passeggero disabile ne guadagna, così come la versatilità del mezzo. Infatti l’allestimento originale può essere montato e smontato con facilità, alternando, a seconda delle esigenze, il trasporto del diversamente abile con il carico di materiale nel normale baule. Non si limita il mezzo e si può ottenere la modalità desiderata con semplici passaggi che non richiedono gli interventi dei tecnici successivi al primo montaggio.

 

Trasporto collettivo e scelta del veicolo

Si possono allestire e modificare vari tipi di mezzi, inclusi quelli di trasporto collettivo a 9 posti. Per scegliere il veicolo più adatto non basta concentrarsi su estetica e dimensioni. Bisogna prestare attenzione al numero dei posti, alla quantità di carrozzelle da caricare e alle loro tipologie, nonché alla patologia dei passeggeri. Questi fattori influenzano l’allestimento perché viene calibrato sulle necessità funzionali dei committenti.

Olmedo S.p.A. è la ditta a cui rivolgersi per avere assistenza nella preparazione dei mezzi destinati a passeggeri diversamente abili. L’esperienza maturata in 70 anni di attività, la competenza acquisita servendo la clientela esigente e la professionalità che ha portato a inventare sistemi innovativi e all’avanguardia sono le caratteristiche che permettono ai committenti di raggiungere il risultato migliore.

 

Conclusioni

La possibilità di modificare i veicoli per i disabili sono molte, ma l’importante è mettersi nelle mani di esperti perché ogni soluzione deve essere personalizzata. È questa la strada per raggiungere l’obiettivo e avere funzionalità senza rinunciare all’estetica. La ditta Olmedo S.p.A. è leader nel settore e offre diversi servizi, inclusa la consulenza sulle agevolazioni fiscali di cui si può beneficiare per l’acquisto di un mezzo. Si può predisporre un piano per le modifiche insieme ai tecnici per adottare la soluzione più idonea e facilitare i trasferimenti nel pieno rispetto delle normative vigenti e dei relativi requisiti richiesti.